Regal (Rete di Energia generata e Accumulata Localmente)


Il progetto Regal, Rete di Energia Generata e Accumulata Localmente, è un innovativo sistema di produzione di energia da fonti rinnovabili, tra cui la nuova tecnologia del solare termodinamico, da installare modularmente sia presso strutture piccole, come le singole case, sia presso strutture più grandi, come gli ospedali.
L’idea progettuale Regal coinvolge il comune di Bologna come città pilota insieme al comune e alla provincia di Ravenna – in collaborazione con UNIBO, UNIPD, Regal Grid, Coveme, CNR-ITAE, Tozzi sud, Fiamm, ATI – e prevede lo sviluppo e l’implementazione di un sistema di gestione automatico ottimizzato di una rete ‘smart’ derivante dalla connessione di vari nodi (minisistemi) ognuno costituito da un insieme di generatori (elettrici e termici), accumulatori e carichi. Alla rete di scambio energetico fra i nodi/minisistemi è associata la rete di comunicazione.

Il progetto prevede una prima implementazione su un sistema reale sviluppato nella sede della Scuola di Ingegneria ed Architettura dell’Università di Bologna, dotata di rete di distribuzione in MT e BT di proprietà. La seconda fase riguarda l’implementazione in una rete di distribuzione pubblica nell’area di Vicenza e la verifica dell’estensione dell’idea progettuale ad un contesto più ampio, al limite coinvolgente un intero agglomerato urbano. Il Comune di Vicenza potrà beneficiare dello sfruttamento dei risultati senza oneri aggiuntivi, diventando il primo in Italia a sperimentare questo insieme di tecnologie innovative. Questa combinazione porterà il sistema economico vicentino ad un livello alto di qualità, oltre che di sostenibilità energetica e ambientale. Grazie alla collaborazione pubblico-privato si porranno quindi le basi per servizi pubblici locali più efficienti e di nuova generazione.
Tramite il monitoraggio di una rete sperimentale, il progetto Regal permette di valutare la possibilità di diminuire i costi associati all’uso della rete elettrica nazionale con una maggior integrazione delle fonti energetiche rinnovabili per realizzare nuovi modelli di business energico. Aderendo al progetto, l’ente sarà in grado di definire politiche nuove finalizzate al risparmio energetico, cercando un modo concreto per rispondere alle sollecitazioni della comunità internazionale di diminuire al 2020 i consumi e le emissioni di CO2 del 20% ed incrementare della stessa entità le fonti rinnovabili.




AMBITO:
Energy


FINANZIAMENTI:
18.986.270 euro


CITTA':
Bologna, Ravenna, Vicenza