Parloma


Il progetto PARLOMA mira a progettare e sviluppare un sistema per la comunicazione a distanza tra:

  • Sordociechi e Sordociechi
  • Sordociechi e Sordi
  • Sordociechi e udenti con la conoscenza della lingua dei segni tattile (LST).

Il sistema è in grado di trasferire, in remoto e in tempo reale, messaggi in LST, in modo tale che un sordocieco ricevente sia in grado di comprendere il messaggio trasmesso da un segnante. Il segnante comunica ricorrendo alla LST, il sistema cattura il segno, lo elabora digitalmente, lo trasmette tramite il web e lo fornisce al destinatario tramite un’interfaccia basata su braccia e mani robotiche antropomorfe low-cost.

Questo progetto pone le basi per la prima sperimentazione in assoluto di un “telefono per sordociechi” basato sulla lingua dei segni tattile. Proprio come il telefono che utilizziamo giornalmente, PARLOMA non si prefigge l’obiettivo di analizzare e interpretare semanticamente il messaggio trasmesso. Tale scelta strategica garantisce la fattibilità del progetto in tempi e costi ragionevoli.

Il sistema complessivo sarà validato mediante l’uso della LIS nella sua forma visiva e tattile. Occorre evidenziate come la tecnologia utilizzata sia indipendente dalla specifica lingua dei segni. PARLOMA si pone, quindi, come uno strumento tecnologico cross-sign languages, in grado di trasferire in remoto qualsiasi lingua dei segni utilizzata per la comunicazione.




AMBITO:
Tecnologie welfare e inclusione


FINANZIAMENTI:
783.200,00


EXTERNAL LINKS:
http://www.parloma.com/