Orti Generali


Prendendo spunto dall’eredità lasciata dal progetto Miraorti, Orti Generali si propone di regolamentare le aree verdi e agricole (abusive e non) presenti in prossimità del torrente Sangone in modo da favorire l’inclusione sociale attraverso iniziative didattiche e culturali. Un modo per facilitare la sinergia tra ortolani, scuole e cittadinanza attivando, ad esempio, laboratori per insegnare agli alunni a coltivare: “Vogliamo far passare l’idea di agricoltura civica in modo da diversificare gli usi e assegnare alcune funzioni alle aree interessate” ha spiegato Di Bari.

Il progetto prevede, inoltre, lo sviluppo di uno strumento informatico che favorisca l’offerta di servizi al territorio, la semplificazione gestionale, la visibilità e l’accessibilità dei dati. Si articolerà in quattro fasi: ricezione delle richieste per modulare gli spazi urbani, test dei dispositivi tecnologici, attivazione dello strumento informatico e conduzione dei diversi tipi di orti, due dei quali destinati a categorie sociali svantaggiate.




AMBITO:
Tecnologie welfare e inclusione


FINANZIAMENTI:
400.000,00


EXTERNAL LINKS:
http://volonwrite.org/?p=920


CITTA':
Torino