CLARA (Cloud platform for LAndslide Risk Assessment)


Il progetto è volto allo sviluppo di sensori, tecnologie e sistemi innovativi per la diagnostica non invasiva del sottosuolo per la mitigazione del rischio sismico e idrogeologico in aree urbane. Soggetto promotore il Cnr-Imaa ed un partenariato misto pubblico-privato costituito da Consiglio Nazionale delle Ricerche, Osservatorio Geofisico Sperimentale di Trieste, Università di Ferrara, Università La Sapienza di Roma, Università di Catania, Università di Enna e imprese quali e-Geos, Meridionale Impianti, Sidercem, IDS, Gruppo Hera, Tecnoin, Sinergis e altre. Il progetto individua tre casi di studio su cui sperimentare l’utilizzo della tomografia 3D e 4D integrata del sottosuolo: uno nella città di Ferrara, interessata a redigere un adeguato piano per prevenzione del rischio sismico e di salvaguardia di beni architettonici e monumentali, uno nella Città di Matera, interessata allo studio del sottosuolo urbano nel centro storico dei Sassi ed il terzo nell’area del Comune di Enna per la mitigazione del rischio idrogeologico.