CLARA (Cloud platform for LAndslide Risk Assessment)


Il progetto è volto allo sviluppo di sensori, tecnologie e sistemi innovativi per la diagnostica non invasiva del sottosuolo per la mitigazione del rischio sismico e idrogeologico in aree urbane. Soggetto promotore il Cnr-Imaa ed un partenariato misto pubblico-privato costituito da Consiglio Nazionale delle Ricerche, Osservatorio Geofisico Sperimentale di Trieste, Università di Ferrara, Università La Sapienza di Roma, Università di Catania, Università di Enna e imprese quali e-Geos, Meridionale Impianti, Sidercem, IDS, Gruppo Hera, Tecnoin, Sinergis e altre. Il progetto individua tre casi di studio su cui sperimentare l’utilizzo della tomografia 3D e 4D integrata del sottosuolo: uno nella città di Ferrara, interessata a redigere un adeguato piano per prevenzione del rischio sismico e di salvaguardia di beni architettonici e monumentali, uno nella Città di Matera, interessata allo studio del sottosuolo urbano nel centro storico dei Sassi ed il terzo nell’area del Comune di Enna per la mitigazione del rischio idrogeologico.




AMBITO:
Sicurezza del territorio


FINANZIAMENTI:
12.510.810,90


CITTA':
Ferrara, Matera, Enna