Bari


smartcityitalia.net Bari si candida al progetto European Smart Cities che premia le città europee di media grandezza più virtuose.  “Smart Cities” è un’iniziativa promossa dall’Unione Europea nell’ambito del SET-Plan, lo strumento con cui L’Unione definisce la propria politica nel settore delle tecnologie per l’energia.

Il Comune di Bari ha avviato un percorso programmatico finalizzato alla presentazione della candidatura all’iniziativa “Smart Cities” e all’attuazione di interventi per migliorare la qualità della vita dei cittadini e rendere più sostenibile la città dal punto di vista energetico.

L’iniziativa “Bari Smart city” ha l’obiettivo primario di informare, coinvolgere e mobilitare la comunità, i cittadini residenti, le associazioni, le organizzazioni pubbliche e private, al fine di sviluppare un efficace piano di azione in cooperazione con la Commissione Europea. Il primo atto di questo percorso ha visto l’adesione della città al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) nel luglio del 2010. Il Patto dei Sindaci, che sostiene e supporta le iniziative degli Enti locali dell’Unione Europea, comporta per i Comuni aderenti la redazione e l’attuazione di un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) in cui si definiscano gli obiettivi di riduzione delle emissioni e le modalità per raggiungerli. Il Consiglio Comunale ha approvato il PAES della città di Bari nella sua versione definitiva il 27 ottobre 2011.

Il PAES della città di Bari rappresenta lo strumento con cui il Comune vuole sostanziare la propria visione di una città creativa, dinamica, inclusiva e a basse emissioni di CO2. Il PAES si pone l’ambizioso obiettivo di ridurre tali emissioni di almeno il 35% entro il 2020, attuando 78 azioni afferenti alle seguenti aree tematiche:

 

 

educazione: promuovendo interventi volti a modificare le abitudini di consumo e gli stili di vita;
pianificazione energetica: interventi di pianificazione comunale che supportano la diffusione di edifici a basso impatto ambientale;
infrastrutture di rete: attuando interventi volti a realizzare una rete energetica capace di accogliere una quota crescente di fonti rinnovabili e caratterizzata da basse perdite di rete;
ICT / TLC: con azioni volte a realizzare reti TLC e sistemi che abilitino la capacità  di generare informazioni, renderle disponibili ed interpretabili a tutti gli stakeholders e possano agevolare lo sviluppo di nuovi servizi a basse emissioni;
mobilità  sostenibile: per facilitare la mobilità  cittadina e ridurre le emissioni generate dal trasporto pubblico e privato;
edifici a basso consumo: finalizzata a ridurre i consumi di energia per riscaldamento / raffrescamento o per illuminazione di edifici nuovi o esistenti;
fonti rinnovabili: per la  realizzazione sul territorio urbano di impianti rinnovabili e/o co-generativi di piccola taglia;
rifiuti e acqua: per  ridurre le emissioni collegate alla raccolta / gestione dei rifiuti e alla captazione e distribuzione dell’acqua;
pubblica amministrazione sostenibile: per  ridurre i consumi di energia della pubblica amministrazione locale.

 

Per dare forza all’azione di riduzione delle emissioni e all’aumento dell’efficienza energetica nell’ambito cittadino, il Comune si è fatto promotore dell’Associazione Bari Smart City, un organismo senza fine di lucro che riunisce soggetti pubblici e privati e ambisce a diventare un ambiente in cui progettare, insieme ai rappresentanti della società e del mondo imprenditoriale, soluzioni ed idee per un modello sostenibile di sviluppo urbano. L’Associazione inoltre si farà carico di ricercare fonti di finanziamento per la realizzazione di tali  progetti, identificando i bandi dell’ Unione europea, creando partenariati anche internazionali e partecipando alle presentazione di proposte progettuali (ad esempio, l’Associazione ha già partecipato, insieme al Comune di Bari e a partner europei, ad un bando europeo a valere sul 7° Programma Quadro).